login
registration

Casole d'Elsa

Casole d'Elsa

Casole d’Elsa

L’origine dell’abitato di Casole risale al periodo etrusco.

Il castello è ricordato dall’anno Mille come baluardo del Vescovo di Volterra. Nella seconda metà del XII secolo, si formò la prima struttura del Comune, che lentamente si svincolò dall’orbita volterrana per asservirsi all’egemonia di Siena.

Nel 1478, nel corso della guerra tra Senesi e Fiorentini, il castello di Casole fu assediato e distrutto. Ricostruito, si mantenne sottomesso a Siena fino al 1552, quando divenne nodo strategico fondamentale della linea difensiva senese contro le truppe imperiali e fiorentine. Potentemente rafforzato nelle difese, cadde il 24 ottobre 1554. Da quel momento iniziò il periodo della dominazione fiorentina, ininterrotta fino alla cessazione della linea dinastica granducale.

L’assetto attuale del borgo è dominato dalla cinta di mura e dall’imponente fortezza, oggi sede del municipio. La Collegiata di Santa Maria Assunta conserva un consistente patrimonio artistico, imprescindibile compendio delle maggiori vicende culturali e politiche che interessarono questo strategico castello della Val d’Elsa.

Di notevole interesse il Museo Civico Archeologico e della Collegiata, che ha sede nel Palazzo della Prepositura e ospita due sezioni, quella archeologica e quella storico-artistica, con rilevanti testimonianze di età arcaica e un importante nucleo di opere risalenti al periodo gotico e rinascimentale.

Numerosi i punti panoramici, dai quali si può ammirare un ampio scorcio del paesaggio agricolo e turistico circostante, con i tanti complessi colonici e le aree coltivate a vite, olivo e cereali.

invia ad un amico Stampa
Esplora la mappa

Alla scoperta della Val D'Elsa